Anker SoundCore Boost: potenza e qualità

Il prodotto in esame oggi è l’Anker SoundCore Boost. Cordialmente speditoci direttamente dall’azienda, SoundCore Boost è senz’altro la soluzione per molti utenti in cerca di bassi più corposi. Anker ha da sempre sfornato prodotti di qualità a prezzi molto contenuti. Dopo aver testato il SoundCore, ho chiesto all’azienda di testare il nuovo modello Boost. Dopo essermi stato spedito in maniera molto rapida eccomi qui con la recensione completa.

Confezione

Le confezioni targate Anker hanno sempre avuto qualcosa in più rispetto ai pari-livello. Confezione molto elaborata, colorata di nero e blu con specifiche del prodotto e immagini dettagliate. All’interno della confezione troviamo subito lo speaker bluetooth, nonché il cavo per la ricarica dello stesso. È inoltre presente un libretto d’istruzioni in cui è presente anche la lingua italiana.

Materiali e primo utilizzo

Il prodotto ha un design davvero invidiabile. Starebbe bene in praticamente ogni contesto, moderno o antiquato. Tessuto in tutta la circonferenza e plastica molto robusta nella parte inferiore e superiore del prodotto. Sulla parte superiore è posto il tasto d’accensione/spegnimento, il tasto play, i due tasti del volume ed il tasto UP. Lateralmente è invece posta una tasca chiusa ermeticamente che nasconde ingresso USB abilitato alla ricarica rapida, cavo AUX e Input microUSB.

L’accoppiamento col dispositivo è praticamente istantaneo. Una volta acceso, premendo il tasto di accensione, è possibile ritrovarlo dal nostro smartphone o computer portatile. Dopo il suono che notifica l’avvenuto accoppiamento, il dispositivo è pronto.

Audio deciso e bassi corposi

Il soundcore mi aveva precedentemente soddisfatto sotto molti punti di vista. L’equalizzazione risultava piuttosto benfatta, i bassi si mescolavano bene con le altre frequenze facendo godere l’ascoltatore di un’equalizzazione standard ma efficace. Soundcore Boost mantiene a grandi linee quanto appena detto per il fratello minore, tuttavia nasconde un asso nella manica. Premendo il tasto UP, è possibile rendere molto più predominanti i bassi. Nelle canzoni più spinte, questo incremento è davvero piacevole; sembra quasi di ascoltare delle casse professionali. Da uno speaker bluetooth da 20W non ci si aspetterebbe una resa sonora simile. Il connubio tra le frequenze, e l’equalizzazione ben fatta sono frutto dei materiali scelti e dell’ingegneria che ci sta dietro.

Il particolare che mi ha fatto più d’ogni altra cosa piacere, è stato il fatto che con il Boost dei bassi, si riesce ad ascoltare piacevolmente ogni genere. Questo è sintomo di un’equalizzazione studiata, che non snatura affatto il brano.

Conclusioni e prezzi

Consigliare questi prodotti, data il grande lustro e pregio dell’azienda mi sembra quasi scontato e banale. Tuttavia SoundCore Boost mi ha davvero sorpreso in fatto di materiali e design. Un 20W molto compatto, dalle prestazioni davvero ottime e dal look idoneo a qualsiasi salotto o soggiorno ben arredato. Chiaramente la qualità si paga: infatti SoundCore Boost ha un prezzo di circa 60€ su Amazon, di cui vi lascio il link sotto se siete interessati all’acquisto.

7.8

Materiali

8.0/10

Solidità

8.5/10

Prezzo

6.5/10

Design

8.0/10

PRO

  • Design
  • Resa sonora

CONTRO

  • Non riscontrati
Anker SoundCore Boost: potenza e qualità ultima modifica: 2018-05-24T20:30:23+02:00 da Alessandro Musumeci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: