AppleWatch Serie 3: eleganza e tecnologia

Il prodotto in esame oggi è sicuramente uno dei più blasonati, belli esteticamente e funzionali di tutto il panorama tech attualmente disponibile. Parliamo infatti del recentissimo AppleWatch Serie 3, prodotto di altissima fascia che andremo a spulciare per bene e a capirne le reali funzionalità.

Unboxing

La confezione è subito di un livello superiore. Regna il bianco, con poche informazioni, con il logo ben in vista. All’interno della confezione è presente un manuale, cavo di ricarica con adattatore classico USB, e chiaramente l’AppleWatch.

Caratteristiche tecniche

L’assoluto protagonista di questo prodotto speciale è senza dubbio il display: 1.65 pollici AMOLED, 1000nits, 390 x 312 pixel di risoluzione con quasi 303 pixel per pollice. Colori ottimi, neri perfetti. Dispositivo impreziosito senz’altro da una gamma di sensori di livello altissimo: si passa dal cardiofrequenzimetro all’accelerometro, dal giroscopio all’altimetro barometrico e.. chi più ne ha più ne metta. Sicuramente quello che fa più specie, nonostante avessi provato decine di smartwatch anche di fascia piuttosto alta, è la regolazione automatica della luminosità dello schermo. Sono in pochi i dispositivi in grado di gestire in maniera così puntuale e precisa la luminosità esterna, dimmerando al meglio la luminosità dello schermo: visibile in ogni situazione di luce, e soprattutto mai eccessivamente luminosa in condizioni di buio assoluto.

Apple Watch Serie 3 ha un certificato IP6x, per cui è totalmente immune alla polvere, ed è resistente all’acqua fino ad un massimo di cinquanta metri. L’autonomia dichiarata del prodotto è di circa 18 ore con un utilizzo standard.

Primo utilizzo

L’associazione con il mio iPhone 6 è stata davvero rapidissima. Basta avvicinare i due dispositivi che entrano direttamente in contatto. Dopo qualche click per settare le impostazioni di base di Apple Watch, il dispositivo è pronto all’uso. La qualità dei materiali è davvero di un’altra categoria. Il cinturino in simil-gomma in dotazione è davvero soffice e resistente, al tatto sembra quasi velluto per quanto è morbido, molto comoda da indossare, ci si dimentica persino di indossarlo. Vi prometto tuttavia che presto usciranno altre recensioni su cinturini alternativi delle più svariate marche.

Notifiche e altre funzionalità

Sono fermamente convinto che AppleWatch Serie 3 sia l’unica reale possibilità di scelta per possessori di iPhone in fatto di smartwatch. Nessun android wear è fin’ora stato in grado di interagire e funzionare in maniera così estesa, completa e precisa con iPhone. Le notifiche sono fulminee, anche se lo smartphone si trova ad un po’ di distanza. Le chiamate sono chiare.

È possibile rispondere direttamente dal dispositivo, anche se chiaramente il volume delle casse non sono altissime, si riescono a concludere diverse chiamate in completa autonomia e sufficienza. Il microfono risulta poi sempre chiaro, mai una distorsione o un rumore di fondo. Microfono che occorre anche per interagire con Siri, che in questa terza versione del prodotto si diverte anche a risponderci.

Applicazioni senz’altro variegate, dal meteo, alle App dedicate allo sport, passando per una marea di App che ci aiutano a tenere sott’occhio il nostro stato di salute, sedentarietà, persino idratazione. Un parco di applicazione che non farà altro che accrescersi mese dopo mese, perfezionando un prodotto che sembra già praticamente perfetto. Per non parlare poi della possibilità di personalizzazione in praticamente ogni campo, mantenendo sempre un grado di immediatezza e facilità che Android non ha ancora raggiunto.

Opinioni conclusive e prezzi

Il prezzo del prodotto è chiaramente abbastanza elevato, sfiora infatti i 400€. Per le tecnologia che questo smartwatch riesce a offrire lo ritengo davvero un accessorio di lusso che vale ogni centesimo speso. Non ne vale la pena qualora siate già in possesso di un modello AppleWatch inferiore, tuttavia se avete la possibilità economica, ve ne consiglio caldamente l’acquisto.

AppleWatch Serie 3: eleganza e tecnologia ultima modifica: 2018-04-09T10:57:13+01:00 da Alessandro Musumeci

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: