Recensione vMix: Gestione di streaming e proiettori

La recensione che portiamo oggi ha l’obiettivo di spiegare a grandi linee il funzionamento di un software molto complesso e performante: vMix.
Spesso ci si trova infatti a dover gestire un proiettore o le proprie dirette streaming in maniera semplice, intuitiva e precisa. Talvolta tuttavia ci si imbatte in software non proprio affidabili e particolarmente scomodi. Ma andiamo a capire intanto di cosa si tratta, e successivamente diamo uno sguardo più da vicino alle impostazioni base per un corretto e consapevole utilizzo del software.

Cosa è vMix?

VMix è un software molto conosciuto non solo in Italia ma anche e soprattutto oltreoceano che può essere utilizzato per la gestione delle dirette streaming, o più in generale per la gestione di uno (o più) proiettori per eventi e spettacoli.

Funzioni per lo streaming

VMix nasce proprio con l’intenzione di rendere semplice e molto intuitivo quello che molti altri software eseguono in maniera un po’ più complessa e lunga. Mette a disposizione un’infinità di possibili ingressi, dimmerabili anche attraverso hardware esterno.
Permette inoltre via software di gestire le varie camere, con tantissimi effetti disponibili quali fade, zoom, rotate, FTB(fade to black) che possono essere non solo selezionati ma anche personalizzati nei dettagli più precisi come l’opacità o il tempo dell’effetto in millisecondi. È possibile inoltre inserire titoli e slide durante la diretta da sovrapporre all’input della videocamera.

Funzioni per la gestione del proiettore

Occupandomi direttamente di regia video per dei musical capita molto spesso di avere bisogno di un software davvero affidabile e intuitivo per gestire le videoproiezioni. Attraverso vMix è possibile creare dei presenti nei quali salvare le vostre sequenze di immagini e video dello spettacolo in maniera ordinata e precisa. Su ogni immagine e video (che potrete importare dal tasto in alto “import” e scegliere tra più di 20 possibili tipologie di file) potrete inoltre sbizzarrirvi con le impostazioni.

Cliccando due volte su una determinata scena (che sia una foto o un video non importa) potrete modificare la risoluzione, l’effetto.  Qualora si tratti di un video, avrete tutte le impostazioni per decidere se farlo partire sempre dall’inizio, piuttosto che metterlo in loop o farlo stoppare non appena finisce. Una volta salvato il preset con tutti i requisiti che avete deciso, vi basterà aprirlo il giorno dello spettacolo per essere operativi e pronti in qualche secondo.

Impostazioni principali

Sicuramente tra le caratteristiche principali di vMix c’è la vastità delle impostazioni disponibili. Il software è in grado di lavorare a praticamente tutte le risoluzioni, dall’ HD fino al 4K passando ovviamente per il 720p e per il full HD. Non è finita, perché è possibile personalizzare sempre dalle impostazioni i tasti scorciatoie, utilissimi per semplificare il lavoro in regia o nella propria stanza mentre si effettuano dirette streaming.

Conclusioni e prezzi

VMix è, come detto, un software a pagamento che offre pacchetti a prezzi diversi in base alla qualità del servizio che vogliamo avere. La risoluzione in uscita è una delle caratteristiche che impattano sul prezzo della licenza.
Prima di elencarvi i prezzi delle versioni a pagamento, è giusto menzionare la possibilità di poter utilizzare una versione base del software in maniera del tutto gratuita e senza scadenza: in questa versione la risoluzione massima consentita sarà 768×576 e chiaramente non ci saranno funzionalità quali Video List, vMix Call, MultiCorder e altre.

I prezzi per le versioni estese a pagamento vanno da $60 a $700 in base quindi alla risoluzione, e in base al numero di output che vogliamo collegare. È disponibile tuttavia una prova gratuita che permette di sfruttare le piene funzionalità del software (quindi con qualità 4K,  4 Overlay channel e via dicendo) che ha una durata di 60 giorni.
Non mi resta dunque che consigliarlo a hobbisti e professionisti in cerca di un software stabile, al contrario dei molti presenti sul mercato. Si tratta davvero di un software imbattibile dal punto di vista funzionale e pratico.

Recensione vMix: Gestione di streaming e proiettori ultima modifica: 2018-04-16T15:03:25+01:00 da Alessandro Musumeci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: