Recensione WebSite X5 Evolution: La semplicità di creare un sito Web

Per realizzare un sito Web professionale possono essere seguite diverse strade. La prima potrebbe essere quella di affidarsi ad un professionista, ma risulta la più dispendiosa, la seconda potrebbe essere quella di affidarsi a dei CMS come WordPress o Joomla, ma servono delle conoscenze per nulla banali. Quest’oggi vi voglio mostrare una terza via che unisce la professionalità e completezza di un professionista, ma senza bisogno di conoscere complessi codici di pogrammazione: sto parlando di WebSite X5 Evolution.

 

 

WebSite X5 è un software progettato e sviluppato da Incomedia per permettere a chiunque, sia utente esperto che novizio, di creare autonomamente siti web, blog e negozi di e-commerce perfetti sia su desktop che su mobile. In particolare vi parlerò della versione 14 che aggiunge delle notevoli migliorie rispetto alla versione 12 e un ulteriore arricchimento funzionale della versione 13.

Parola d’ordine: semplicità d’uso

 

WebSite X5 ha, come altri software simili, il grande potere della semplicità e intuitività, ma in più si differenzia dagli altri per le sue grandi potenzialità. Il principale compito di Incomedia è stato quello di dare all’utente un programma solido e potente, ma intuitivo e altamente comprensibile. L’utente si trova dinnanzi ad una procedura guidata suddivisa in cinque passi che in questa versione è stata ulteriormente migliorata per garantire scioltezza e velocità nelle scelte.

Il programma utilizza i cosiddetti breakpoint, impostabili manualmente dall’utente. Si tratta di meccanismi che permettono di definire in che modo gestire i contenuti della pagina alle varie risoluzioni. Si possono ad esempio definire quali contenuti, normalmente visualizzati in orizzontale su un sistema desktop, debbano svilupparsi verticalmente sui device mobili. Inoltre, si può stabilire se (ed eventualmente quali) contenuti debbano essere nascosti quando la pagina è aperta da un dispositivo mobile. Inoltre, solo in questa versione, può essere scelto un template da cui partire senza modificare obbligatoriamente quello preimpostato di default. Il template può essere scelto attraverso un elenco che mostra sia quelli gratuiti che quelli a pagamento od ottenibili con la versione premium del software.

WebSite01

Una volta scelto il proprio template preferito, quest’ultimo potrà ancora essere modificato con l’inserimento di oggetti, immagini personali, header e footer. Sono presenti, infatti, sia comandi per l’inserimento preimpostato di oggetti (la cosiddetta griglia calamitata) sia comandi per l’inserimento manuale. La semplicità di queste azioni stupisce perché il risultato finale è tutt’altro che banale, ma frutto di semplici click. Semplicità che viene incrementata con i messaggi di aiuto che spesso compaiono su schermo in particolari azioni da compiere o suggerite.

Un esempio è il meccanismo di salvataggio, spesso unico punto debole sia di questo genere di software. Non sempre, infatti, il salvataggio dei backup risulta immediato e semplice e delle volte non è nemmeno veloce richiedendo all’utente intere settimane per la creazione di un sito. In WebSite X5, invece, sono stati implementati dei messaggi di avviso che ricordano molto più spesso quando conviene salvare i progressi e quando invece è utile cancellare salvataggi obsoleti.

 

Lo stato di avanzamento del proprio lavoro può essere verificato, in tempo reale, facendo clic – in qualunque momento – sul pulsante Anteprima. WebSite X5, infatti, al momento dell’installazione, configura un leggero server web sulla macchina in uso che di default risponde all’IP di loopback sulla porta 8080. Senza caricare il sito online, quindi, si può verificare in che modo apparirà, successivamente, ai visitatori. Si può anche provare ad aprire le pagine anche con vari browser installati sulla stessa macchina: basterà digitare, nella barra degli indirizzi, l’URL http://127.0.0.1:8080. Al termine del lavoro, WebSite X5 può analizzare il sito web generato evidenziando eventuali problematiche ed applicando ottimizzazioni volte a migliorare il posizionamento delle pagine sui motori di ricerca.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Un programma scialbo, poco curato e anche visivamente monotono, spesso viene immediatamente scartato dagli utenti nonostante sia potenzialmente di alto livello. Un software deve coinvolgere l’utente e, mai come in questo caso, deve riuscire ad accompagnare per mano l’utente dall’inizio alla fine senza mai farlo perdere all’interno del software.

Anche in questo caso la parola d’ordine è assolutamente semplicità, ma semplicità intelligente perché studiata e ben ottimizzata. In WebSite X5 12, ad esempio, l’inserimento di menù (a tendina, statici ecc.) non era molto semplice. Con la versione 13 si era provato a migliorare la cosa inserendo una bozza che con la versione 14 è divenuta ufficiale: il menù, adesso, è un oggetto.

Sembra una cosa da poco, ma in realtà è importantissimo poiché ogni sito di un certo livello ha bisogno di un menù. Questo è uno degli aspetti più rognosi anche per un programmatore esperto. In questo caso, invece, essendo un oggetto, può essere inserito liberamente sia nei template che nelle pagine e può essere personalizzato sia nello stile grafico che nel metodo di visualizzazione della StickyBar. Inoltre ognuno dei più di 200 template ha un suo personale menù, anch’esso modificabile, ma che comunque serve per dare un’idea del prodotto finale all’utente.

WebSite02

Tutti i siti moderni richiedono, tra le altre cose, una gestione soddisfacente del sistema di centramento della pagina Web e un’ottimale gestione di visualizzazione su schermo. Soprattutto è richiesta la possibilità di osservare la pagina Web su vari dispositivi. Questo, come accennato all’inizio dell’articolo, è gestibile automaticamente. Chi volesse tuttavia provare delle gestioni manuali può trovare un’interfaccia ben realizzata che permette di controllare la parallasse e le fasce orizzontali e verticali. In quest’ultimi è possibile anche inserire immagini statiche, ma anche gif, mappe, banner pubblicitari o slideshow. Anche dal punto di vista delle immagini si è data molta cura alla visualizzazione di quest’ultime con la possibilità di osservarle in fullscreen ad alta risoluzione.

Interessante anche l’inserimento immediato dei form implementabili con Google e dei selezionatori rapidi utili soprattutto per i siti di gestione di appuntamenti e date.WebSite03

Completo, semplice e gradevole alla vista, ma…

WebSite X5 è un software molto potente e solido, ma non infallibile e soprattutto non funzionale per un uso estremamente professionale. Chi, infatti, usa da tempo programmi come WordPress o programma tramite codici HTML, PHP, Javascript, CSS e altro, sicuramente storcerà il naso. Le pagine Web realizzate, infatti, ad un occhio più attento sembreranno visibilmente realizzate con un software adibito a quest’uso. La semplicità di utilizzo, in questo, è un contro perché per realizzare elementi più complessi è inevitabile l’innalzamento della complessità generale.

Riscontrati piccoli bug soprattutto nella gestione della visualizzazione della pagina Web nel passaggio da desktop a mobile, ma nulla di compromettente nell’utilizzo complessivo.

In conclusione il programma è molto “invitante” per chi non è abituato a lavorare con HTML e CSS.

WebSite X5 è capace di creare siti web HTML5 aderenti agli standard per il web, con una buona pulizia del codice. In questo senso il programma si comporta molto bene proprio perché ogni singola caratteristica del sito web può essere prevista e gestita in maniera visuale. I siti realizzabili sono, però, pressoché statici e questo potrebbe far storcere il naso ai professionisti di questo campo. La sua semplicità d’uso e il potenziale generale lo pongono senz’altro al top di questo genere di software.

Vi invito dunque a provare la Demo di WebSite X5 Evolution cliccando sul seguente link: clicca qui

Recensione WebSite X5 Evolution: La semplicità di creare un sito Web ultima modifica: 2018-04-20T12:31:36+02:00 da Alessandro Musumeci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: